Questo sito usa cookies tecnici e cookies di terze parti per la raccolta in forma aggregata e anonima di dati che aiutano la Provincia di Alessandria a migliorare la fruibilità dei contenuti. Proseguendo la navigazione del sito, effettuando uno scroll della pagina o clickando il bottone Accetta, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni consultare la voce Informativa cookies
Lunedì 16 Settembre 2019
Salta i link dei menu
Alta visibilità Grafica
Home Frecce Comunicati stampa

Convegno Censimento degli Alberi Monumentali e Valorizzazione del Paesaggio: l’attenzione del legislatore per le aree verdi e l’adempimento - entro il 31 luglio 2015 - degli obblighi per i Comuni di applicazione della legge 10/2013

Autore: Ufficio Stampa e Relazioni Esterne.
Data prima pubblicazione: Lunedì, 01 Giugno 2015, Ore: 16:23:29
Data ultima modifica: Mercoledì, 03 Giugno 2015, Ore: 09:48:19
Area tematica: Ambiente
Data: 01-06-2015
Numero: 34
Descrizione:
Il Convegno è stato predisposto in modo specifico per i Comuni della Provincia di Alessandria nell’ambito delle attività istituzionali di informazione e formazione dell’Osservatorio, in vista della scadenza dl 31 luglio prossimo prevista dal complesso delle norme. Il Dottore Forestale Giacomo Sacchi, (Direzione Infrastrutture e Protezione Civile del Comune di Alessandria), ha ripercorso gli elementi principali contenuti nella Legge 10/2013 per gli aspetti che riguardano il verde urbano. Ha sottolineato – oltre agli aspetti normativi – alcune particolarità di natura sociale quale la sensibilizzazione delle nuove generazioni sull’importanza dell’ambiente naturale. In particolare, l’istituzione della Giornata nazionale dell’albero (il 21 novembre, con tematiche diverse ogni anno sull’ecosistema boschivo, sul rispetto delle specie arboree e della biodiversità) ha come obiettivo la valorizzazione del patrimonio arboreo e boschivo in ottemperanza dell’accordo di Kyoto a cui si aggiunge l’obbligo per i comuni con più di 15000 abitanti di mettere a dimora un albero per ogni nato nel comune. Il relatore ha anche approfondito le implicazioni per i Comuni nel rispetto di questa legge e del regolamento di attuazione pubblicato nel 2014, oltre al resto della normativa regionale, statale e comunitaria in materia. Il successivo intervento del Dottor Diego Noveri (Vice Questore Aggiunto del Corpo Forestale dello Stato) su criteri e criticità nel Censimento degli Alberi Monumentali, ha ricordato che i criteri per la determinazione del valore monumentale di un albero sono molti ed articolati: si deve tenere conto dalla dimensione, del pregio naturalistico (es: una specie rara), del valore ecologico (legato alla biodiversità che genera), dell’inserimento in una rilevate architettura vegetale, del pregio storico culturale religioso, del rapporto tra l’albero e la comunità locale; le criticità riguardano invece prevalentemente gli aspetti della sicurezza, delle ricadute in termini di costi di manutenzione soprattutto per i privati cittadini, delle difficoltà di recepimento delle responsabilità in caso di contenziosi tra cittadino e amministrazione. Il terzo intervento ha visto l’Arch. Flavio Porro (Settore Gestione e Manutenzione del Suolo del Comune di Alba) relazionare sullo stato di applicazione della legge nel Comune di Alba (CN), dove è già stato attivato il processo di confronto e, attraverso numerosi incontri tra Comune, Corpo Forestale dello Stato, Associazioni ambientaliste, Enti e cittadini, sono state identificate alcune linee di intervento concreto A seguire il Dottore Agronomo Gianmichele Cirulli (Direzione Edifici Municipali, Patrimonio e Verde del Comune di Torino, già Presidente Società Italiana di Arboricoltura Onlus) ha relazionato sulle problematiche della grande area urbana di Torino e sulle forme di collaborazione che sono state attivate nella gestione del verde urbano con le aziende che in qualche modo intervengono sul suolo pubblico e che spesso pongono in secondo piano l’importanza del patrimonio verde esistente. È stato evidenziato dal relatore un aspetto importante nella realizzazione di opere pubbliche che in qualche modo possono danneggiare il verde pubblico: è importante che già nella progettazione siano comprese le cosiddette “compensazioni”, cioè azioni (sia in pagamenti monetari, sia in opere) idonee a ripristinare il patrimonio arboreo. La testimonianza dell’Architetto Giovanni Paludi (Regione Piemonte Direzione Ambiente, Governo e Tutela del Territorio) è stata portata dal Dott. Carlo Bidone il quale ha messo in evidenza la distinzione indicata dalla nuova legge tra il valore monumentale e la tutela paesaggistica degli alberi: infatti si tratta di due provvedimenti diversi da adottare sullo stesso bene, uno sull’oggetto albero, uno sul territorio in cui l’albero vive, il primo con risvolti giuridici solo civili, il secondo anche penali in caso di inadempienza delle norme. Se lo stesso albero sarà dichiarato sia monumentale, sia bene culturale di notevole interesse paesaggistico, come accadrà nella maggior parte dei casi, questa nuova legge porterà a dover richiedere due distinte autorizzazioni in caso di interventi sul medesimo bene tutelato. Il Dott. Sacchi ha poi illustrato la comunicazione del Dott. Sergio Cravero Settore Fitosanitario Regione Piemonte sugli adempimenti obbligatori da parte dei comuni in materia di Lotta al cancro colorato del platano e alla processionaria del pino. L’intervento del Dottor Matteo Massara (Regione Piemonte Direzione Ambiente, Governo e Tutela del Territorio Settore Sostenibilità e Recupero Ambientale, Bonifiche) ha evidenziato in modo dettagliato quali sono i pericoli correlati all’importazione di specie arboree esotiche che possono diventare pericolosamente invasive per la loro facile riproducibilità. Il richiamo è andato alle norme comunitarie e alla normativa nazionale. In chiusura il Dottor Silvano De Florian (Primo Dirigente del Corpo Forestale dello Stato) ha confermato la disponibilità dei propri Uffici a supportare i Comuni della Provincia di Alessandria nella stesura della documentazione relativa all’adempimento del 31 luglio prossimo. Ha mandato i propri saluti Emanuele Demaria (Consigliere provinciale con delega all’assistenza tecnica ai Comuni) che non ha potuto intervenire per necessità contingenti avvenute nel Comune di cui è Sindaco. L’evento è avvenuto col patrocinio di Città di Alessandria In collaborazione con la Provincia di Alessandria
Documenti

Documento foto convegno 29-05-2015 auditorium Marengo Museum in fase di pubblicazione