Questo sito usa cookies tecnici e cookies di terze parti per la raccolta in forma aggregata e anonima di dati che aiutano la Provincia di Alessandria a migliorare la fruibilità dei contenuti. Proseguendo la navigazione del sito, effettuando uno scroll della pagina o clickando il bottone Accetta, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni consultare la voce Informativa cookies
Lunedì 16 Settembre 2019
Salta i link dei menu
Alta visibilità Grafica
Home Frecce Comunicati stampa

Il giorno della memoria 2015: il resoconto ed il viaggio degli studenti accompagnati da Rita Rossa a Ravensbruck

Autore: Ufficio Stampa e Relazioni Esterne.
Data prima pubblicazione: Giovedì, 26 Febbraio 2015, Ore: 15:29:03
Data ultima modifica: Venerdì, 27 Febbraio 2015, Ore: 09:14:13
Data: 26-02-2015
Numero: 13
Descrizione:
Si è concluso il viaggio ‘della memoria’ degli studenti alessandrini a Ravensbruck, inserito nel Progetto Giorno della Memoria 2015. La proposta educativa, realizzata per gli studenti delle scuole superiori del territorio è come ormai da tradizione curata dalla Provincia di Alessandria, in collaborazione con il sacerdote alessandrino Giampiero Armano e con il sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e Lions Club. Le lezioni frontali preparatorie che si sono svolte nei mesi scorsi sono state realizzate da Cesare Manganelli e Giampiero Armano, avvalendosi di una videointervista alla deportata Lidia Desandrè di Aosta., ormai novantatreenne ed ultima sopravissuta al Lager di Ravensbruck nella quale viene raccontata la terribile esperienza di annichilimento dell’identità corporea, esistenziale e sociale subita. Il campo di concentramento, che si trova ad 80 km sopra Berlino era dedicato soltanto alle donne e ai bambini. Inizialmente fu un grande serbatoio di donne schiave per la produzione bellica ma divenne di fatto un terribile campo di sterminio dove morirono in condizioni disumane migliaia di donne. Il Progetto ha dedicato all’ambito sportivo un torneo di Pallavolo intitolato ‘Memoria si , Oblio no’ al quale hanno preso parte in due giornate diverse , l’11 ed il 12 febbraio u.s. numerose scuole del territorio: l’Istituto Comprensivo di Rivalta Bormida plesso Scuola Media di Cassine e Rivalta Bormida, l’Istituto comprensivo di Felizzano, l’Istituto Tecnico ‘Leonardo Da Vinci, l’Itis Barletti di Ovada, l’Itis di Nervi di Alessandria, l’Itis Volta di Alessandria, il Liceo Scientifico ‘Galilei’. ‘Il viaggio a Ravensbruck è stato intensamente sentito e partecipato dagli studenti, dichiara Giampiero Armano. ‘ I ragazzi hanno percepito il senso di morte e violenza presente nel campo. Hanno seguito con attenzione le spiegazioni ed alcuni di loro hanno scritto toccanti riflessioni ed espresso sensazioni come conseguenza dell’impatto avuto con la realtà concentrazionaria. Particolarmente toccante è stato il momento della disposizione della corona di alloro davanti al muro delle esecuzioni, durante il quale è stato fatto un minuto di silenzio e recitata una preghiera composta per l’occasione al fine di ricordare la morte e le violenze atroci subite dalle donne deportate nel Lager’. ‘E’ stato impossibile restare indifferenti, conclude il Sindaco e Presidente della Provincia, Rita Rossa, ‘impossibile non percepire il terribile gelo che ha pervaso tutto in quel luogo di sofferenza e morte. Un luogo dove neanche la bellezza della natura è riuscita ad annullare il senso di tristezza ed angoscia che si respira attraverso quel luogo ‘ordinato ‘ e quel ‘silenzio assordante’ Un’esperienza che ha toccato profondamente tutti, una lezione di vita per i nostri studenti, un ricordo prezioso per evitare l’oblio, per farne tesoro e divenire testimoni di cio’ che è stato, e non dovrà più essere, la terribile follia dell’uomo e la disperazione del genere umano.
Documenti

Documento viaggio nella memoria 2015 in fase di pubblicazione

Documento viaggio nella Memoria 2015_ 2 in fase di pubblicazione

Documento Viaggio nella Memoria foto in fase di pubblicazione